gossipornot.Canzoni rap sull'amicizia: le migliori del rap italiano

Quali sono le migliori canzoni rap sull'amicizia? Abbiamo pensato di rispondere a questa domanda perché è il secondo suggerimento che esce quando cerchi "canzoni rap" su Google, ma anche perché c'è un motivo se è così. Da sempre e per sempre, hip-hop è una questione di rapporti umani intessuti con la banda e la posse cioè gli amici. Tutto ciò che tiene e la maggior parte della musica che viene trovato, nel bene o nel maschio, finisce per ruotare intorno ai momenti indimenticabili vissuti con chi ti conosce da sempre, oppure parla degli scazzi irrimediabili che ci allontanano dagli uni dagli altri.

Si tratta forse di temi abusati, eppure spesso è presente nel centro e la valvola di sfogo dei nostri musicisti, che parla solo di altri aspetti che mostrano il coraggio di riflettere su loro stessi, mettendosi a nudo e dimostrando davvero come vedono il mondo. Tutte le volte, le sensazioni e il racconto che hanno richiesto le due parti di questa potente ma fragile medaglia.

L'uso è ricordi di persone scomparsi o frammenti di esperienza di un passato lontano, momenti di malinconia e rimpianti. Oppure veri e propri inni e glorificazioni all'anima del gruppo, pieni di brio e fotta per l'unicità del proprio circolo di amici. Ce ne sono comunque alcune che lo raccontano meglio, e quella che segue è questa lista di pezzi sulla famiglia ei fratelli.

Massimo Pericolo – “Amici”

Un pezzo senza ritornello, solo un lungo racconto di un'amicizia di provincia fatta di incontri, macchinate, feste e sorrisi.

Ernia – “Amici”

Una pistola comprata insieme a Tedua, un brivido nella lista di chi ascolta, due bambini che giocano a fare i grandi e oggi, che sono cresciuti, ripensano a quei momenti: "Ti ricordi Mario? L'inverno del 2006 appena dodicenni / Pensar che son passato dieci inverni." E tanta malinconia: "Sbirciavamo da buchi di serratura / Per conoscere il futuro non ci sono paura / E guardavamo curiosi il seguirsi delle stagioni / Infatti alcuni se ne vanno come uccelli migratori."

Izi – "Wild Bandana"

Decidi di ricordi di un'adolescenza passata insieme a Genova, mentre nasce una squadra e dei gruppi di amici più importanti della storia del rap italiano. A cantarli sono IZI, Tedua e Vaz Tè, che dipingono la scena in modo così nitido da far sentire familiare anche a chi a Cogoleto non c'è mai stato in vita sua. "Voglio solo un riscatto / Per me e la mia banda / Fumiamo in spiaggia / Versa la fanta col ghiaccio."

Franco126 – "Ieri l'altro"

Una canzone scritta per un amico scomparso, il Gordo, amico fraterno di tutta la banda dell'amore 126. Franco canta ricordi che sanno di amaro zuccherato, piene di fascino per una strada cristallizzata nel tempo, nel momento in cui un gruppo ha perso uno dei suoi membri: " E se passo in quella via / Sai, guardo ancora in su / E aspetto che ti affacci / Un fischio e scendi giù. "

Mecna -" Le cose buone "

Esiste la possibilità di qualcosa di buono in un mondo brutto e pieno d'odio, esiste. Sta negli "amici al bar nella mia città, della mia città quando piove". Vieni capitoli di un libro, Mecna enumera momenti di felicità: "Dei live, delle prove, del rap / Delle ore a parlare del disco migliore. "E chi ha una domanda:" Quanto ci vuole un coraggio blues e un mondo nero? "A volte bastano d ue minuti di canzone.

Club Dogo – “Phra (Outro)”

"Questa va a ogni mio singolo amico / Da un'altra madre la mia mano è qua per rialzarsi se cade". O anche "C'è chi oserà la vita per me se io per lui / Ed è chi in uno sgarro poi ti costa come Rui." E ancora, "Noi fratelli tra sbagli e tagli / Dove la strada è madre e conosce i suoi figli." Il pezzo che chiude Mi Fist è una collezione di frasi perfette da dedicare agli amici di una vita, che sono sempre presenti

OneMic – “Non di sangue”

Ensi, Raige e Rayden ci hanno regalato un testamento alla fratellanza spontanea, quella di persone che decidono di condividere un percorso di vita "tra le tante situazioni della vita, felicità e lutto". E a pensare com'è andato poi il futuro, è ancora più emozionante riascoltare barre come "Amicizie finite in una lite lasciano il segno, ora lo capite / Quelle perse fanno male, dammi una spiegazione."

Sfera Ebbasta – “Equilibrio ”

Il rap di Sfera Ebbasta si è sempre giocato sui rapporti umani — quello con sé stesso e il suo ego, quello di coppia artistica con Charlie Charles, quello di sfiducia nei confronti di un vago esercito di odio e quello di forza nei” suoi amici di sempre. "Equilibrio" ha dentro tutto questo ed è perfetto per farsi forza nei momenti di sfiducia nei confronti del mondo: "Siamo il futuro e il presente / Per via di un passato di fama e di sete."

Bassi Maestro – "Ho un amico ”

" Ho un amico che è uno stronzo di merda / Ho un amico che mi stima e rispetta. " Bassi Maestro è bipolare? No, ho solo raccontato il vortice di sentimenti contrastanti che l'amicizia causa nel cuore delle persone.

Ketama126 & Pretty Solero – “1 Gradino”

"Quanto ci tengo a te / I miei amici vicini sempre ". "Non perdere mai la fiducia in te stesso / Ti giuro vinciamo e lo famo da squadra": c'è un motivo per l'amore Gang ha "amore" nel nome, e cioè la genuinità del rapporto che lega i suoi membri da sempre.

Vaz Tè, Tedua, Disme, Bresh, Nader – "Outro Amici Miei"

Un gruppo di ragazzi cresciuti assieme fisicamente e artisticamente fa un mixtape insieme e lo ha unito con un pezzo sognante — le parole delle strofe non specificate di amicizia, ma non serve. Perché la chimica tra i loro è palese, come il senso di libertà: "Amici miei, siete voi gli amici miei."

Neffa – "La ballotta"

"La ballotta" è la compagnia, il gruppo — e ognuno di noi potrebbe sostituire i nomi che il signor Pellino recita sornione con quelli delle persone che hanno fatto battere il cuore a noi. Menzione speciale per la citazione di una gemma dimenticata della musica italiana, giusto nel finale di citazione: "Sto con la mia ballotta, la mia ballotta sta con me / Sai che c'è / Tutti e sette i giorni della settimana e va da sé / Noi riempiamo le dimensioni spazio e tempo / E l'amico è come diceva Baldan Bembo . "

Thelonious B -" On Gang "

Ci rendiamo conto di questa canzone brano capolavori come" Mi offre da bere ma è succo di boccino "e" So che un giorno morirò morendo ", ma non dimentichiamoci il senso di brutale amicizia che esce fuori dalle sue accuse:" Chiamo mio fratello per sapere se va in carcere / E capire i soldi dove li devo mandare "è un tipo di frase sull'amicizia più bella del 2020.

Tedua -" Sbandati "

C'è una grande quantità di Genova e della Liguria in questa lista, ma non c'è tariffa niente se Tedua e compagnia raccontano da anni l'amicizia contro ogni cosa come se fosse la cosa più importante del mondo (perché lo è). "Un posto che renda più vivi dov'è? / Se lo sai è meglio che dici dov'è / Ci andiamo ad abitare con gli amici", rappa Nader nel ritornello; "La mia banda è batteria con la terza media / Ma con più valori della borghesia in pineta", gli fa eco Tedua.

Tredici Pietro – “Tu non sei con noi, bro”

Questo pezzo è un classico "Noi contro di voi", ma con l'amarezza di una carriera che sta per iniziare e la storia dei soldi che rovinano tutto all'orizzonte. "E siamo solo noi in piedi / Guardo questi, penso: 'Siamo solo noi veri' / Ma non è poi così vero / Per il soldo si diventa poco sinceri", rappa Pietro, ma è solo un vago futuro. Intanto "Noi facciamo il fuoco in qualunque posto / Da agosto ad agosto."

Johnny Marsiglia – "Tempi d'oro"

"Giro con amici con lo stesso interesse nelle vicinanze Frequenze / Tutte le feste / Devono essere via SMS o via MSN / Ero quasi maggiorenne / Le estati di 'Asereje', Le spiagge e le tende / Metti Jay-Z e l'inchiostro blu vengono ", racconta Johnny Marsiglia riuscendo a rendere simbolo dell 'amicizia e del bello anche il successo dell'estate più odiosa della storia.

Gast & Chicoria – "Fratelli de sangue"

Amicizia di sangue e taccheggio, cani e strada: "Giorno e notte notte e giorno fianco a fianco mai stato stanco / Niente è liberatorio come marchià er territorio col branco ", rappa Gast. "Io taglio lui cuce / Stamo a viaggià alla velocità della luce su 'o stesso binario", gli risponde il Chico.

Sottotono – "Quei Bravi Ragazzi (feat. Lyricalz)"

"Restiamo al tavolo ed alziamo al cielo i calici / Propongo un brindisi da fare sopra il battito di pesce / Brindo ai soldi che ricoprirà questi Mc / Brindo a quello che sarà ". Parole pronunciate nel 1996, quando il 2000 era un traguardo vicino e una promessa di bellezza. E se non ce n'è stata nel mondo, ce n'è stata nei rapporti umani.

Giaime – "Coi giganti"

"Tu sei mio fratello, io ti voglio bene / Hanno paura ad essere sdolcinati, fatti i seri ", rappava Giaime nel 2015, un suggerire che fare brutto non sarebbe stato il suo.

Segui Noisey su Instagram YouTube e Facebook .

.

Source link

Precedente Jennifer Lopez e Alex Rodriguez vivono in una "casa degli orrori" durante la quarantena? Successivo Katy Perry & George Clooney's Wax Figures Quarantine & Chill in Berlin

Lascia un commento