Un posto nella storia: all'interno del legame unico di Jacqueline Kennedy con il figlio John F. Kennedy Jr.

 John F. Kennedy Jr., Jacqueline Kennedy, Famiglia

The LIFE Picture Collection via Getty Images / Getty Images

Jacqueline Kennedy Onassis incoraggiava sempre suo figlio a seguirlo, a seguire il suo cuore, correre rischi e non farsi inghiottire dal peso delle aspettative. Era orgogliosa del giovane avvocato, che era anche un instancabile atleta che avrebbe camminato nel deserto da solo, scalando montagne, immersioni subacquee e lacerando le strade di New York in bicicletta.

Ma non voleva John F. Kennedy Jr. ovunque vicino alla cabina di pilotaggio di un aereo.

"Per favore, non farlo", disse l'ex first lady degli Stati Uniti a John, uno dei due bambini sopravvissuti che aveva con il presidente John F. Kennedy . "Ci sono state troppe morti in famiglia."

Jackie diede alla luce una figlia nata morta che chiamarono Arabella nel 1956, e il loro figlio neonato Patrick morì due giorni dopo è nato, tre mesi prima dell'assassinio di Kennedy. Il fratello maggiore di JFK era stato ucciso durante un bombardamento durante il servizio nella seconda guerra mondiale, e una sorella minore morì in un incidente aereo quattro anni dopo. Robert F. Kennedy fu ucciso a colpi di arma da fuoco nel 1968; sua vedova, Ethel Kennedy aveva perso entrambi i suoi genitori e, separatamente, un fratello in un incidente aereo. Il senatore Ted Kennedy fu gravemente ferito in un incidente del 1964 che ne uccise altri due. Il figliastro di Jackie Alexander Onassis era morto a 24 anni nel 1973 quando il suo aereo si schiantò subito dopo il decollo.

Perché tentare i destini, che sembravano sempre turbinare attorno alla famiglia Kennedy? Perché mai dare più voce a quella maledizione su una maledizione?

Quindi JFK Jr. mise da parte il piano per alleviare la mente di sua madre.

Jackie morì nel 1994. Poco dopo, John incontrò la sua futura moglie, Carolyn Bessette e nel 1995 ha fondato una rivista, George quindi non ha avuto molto tempo libero. Ma verso la fine del 1997, decise di perseguire quel suo obiettivo persistente e si iscrisse alla scuola di volo.

Secondo il biografo Christopher Andersen, partner di lunga data di Ted Kennedy e Jackie Maurice Tempelsman le aveva giurato di morire quando moriva dalla voglia di fare tutto il possibile per impedire a John di imparare a volare. Tempelsman sapeva che aveva degli incubi sul fatto che suo figlio fosse stato ucciso su un aereo che stava pilotando, e né lui né Ted sarebbero saliti in aria con John a meno che non ci fosse anche un istruttore esperto lì.

E nemmeno Carolyn, che, quando scoprì che John si era segretamente iscritto alla scuola di volo quel dicembre, gli disse che aveva "una brutta sensazione" al riguardo.

 John Kennedy Jr., Carolyn Bessette Kennedy

Richard Corkery / NY Daily News Archive via Getty Images

Tutto è andato storto il la notte 20 anni fa in cui JFK Jr. fu ucciso insieme a Carolyn e sua sorella Lauren Bessette quando il suo Piper Saratoga si schiantò contro l'oceano mentre si dirigeva verso Martha's Vineyard dal New Jersey. Erano due ore indietro quando inizialmente avevano programmato di partire, l'istruttore di volo che stava per accompagnarli è stato cancellato, John era fuori dal cast ma era ancora con le stampelle sei settimane dopo essersi rotto una caviglia in un incidente con il paracadute leggero e, mentre era pilota autorizzato, non si era ancora guadagnato la valutazione dello strumento. E le condizioni gli impedivano semplicemente di vedere una delle luci sottostanti dall'alto in alto.

A Jackie, che avrebbe compiuto 90 anni il 28 luglio, gli fu risparmiato quello che sarebbe stato il colpo più schiacciante che avesse mai sofferto in un la vita che, sebbene scrutata e celebrata senza fine, fu presa in giro una tragedia dopo l'altra .

L'abbagliante first lady trasformò icona di stile, conservatore di architettura, editore di libri e personaggio pubblico sempre enigmatico rimase sempre il la vedova più famosa del paese, avvolta in un'aura di tristezza.

 John F. Kennedy Jr., Jacqueline Kennedy, John F. Kennedy, Famiglia

Non accreditato / AP / Shutterstock

Il 25 novembre 1960 , Il presidente eletto John F. Kennedy era in aria, volando di ritorno da Palm Beach, in Florida, a Washington, DC, quando ha saputo che suo figlio era stato consegnato tramite un taglio cesareo d'emergenza. In realtà stava volando verso Palm Beach ed era quasi arrivato quando scoprì che Jackie era andato in travaglio prematuro, quindi si voltarono immediatamente.

Sebbene il pubblico non fosse il più saggio, John F. Kennedy Jr. ha trascorso i primi sei giorni della sua vita in un'incubatrice per consentire ai suoi polmoni di svilupparsi ulteriormente, e nel complesso lui e sua madre sono rimasti in ospedale per due settimane. Jackie, anch'essa sottoposta a un intervento chirurgico, avrebbe avuto bisogno di un lungo periodo di recupero, proprio quando avrebbe dovuto preparare la sua giovane famiglia a trasferirsi alla Casa Bianca a gennaio.

La prima donna aveva bisogno di una pillola di Dexedrine per superare il notte dell'inaugurazione di Kennedy, e anche solo allora ha evocato la forza di assistere a tre balli inaugurali su cinque.

"Avrei sempre voluto poter partecipare di più a quelle prime ore splendenti con Jack", ha detto successivamente Jackie in una serie di interviste per un progetto di storia orale ospitato presso la Biblioteca presidenziale John F. Kennedy. "Ma almeno pensavo di avergli dato il nostro John, il figlio che tanto desiderava." (C'era poco o nessun discorso pubblico franco sulla gravidanza o sui genitori, per non parlare della depressione postpartum, tra le celebrità ambientate in quei giorni.)

 John F Kennedy, Jackie Kennedy, Inuagural Ball

Henry Burroughs / AP / Shutterstock [19659026] Dato che sarebbe diventato un tema clamoroso per tutta la sua vita, la privacy per la nuova first lady di 31 anni era fondamentale: in seguito non ebbe scrupoli nel chiudere gli amici di vecchia data fuori dalla sua cerchia se avessero mai violato la sua fiducia, o altrimenti condiviso dettagli delle loro vite personali con il mondo esterno – ed era decisa a tenere il pubblico di 3 anni Caroline e John-John di 3 mesi fuori dalla sfera pubblica il più possibile. [19659004] Ha aspettato che le loro camere da letto della Casa Bianca fossero completamente arredate e decorate prima di allevarle da Palm Beach.

"Voglio che i miei figli siano cresciuti in un ambiente più personale", ha detto al segretario sociale della Casa Bianca Tish Baldrige, per Christopher And Il libro di ersen del 2014 The Good Son: JFK Jr. e la madre che amava . "Non voglio che vengano allevati da infermieri e agenti dei servizi segreti."

Jackie ricordava chiedendosi come avrebbero funzionato al 1600 di Pennsylvania Avenue. "Temo che sarà sempre un po 'impossibile per le persone che vivono qui", rifletté. "È un edificio per uffici".